IL SUPERVISORE COACH: COSTRUIRE COMPETENZA E PROFESSIONALITA’

21 Luglio 2022

FBK Sede S. Croce Trento


FBK Sede S. Croce Trento


PREMESSA
L’attuale contesto organizzativo della Formazione in Medicina Generale, col progressivo aumento dei partecipanti ai corsi e la contemporanea ridotta disponibilità di tutor esperti rende indispensabile lo sviluppo di nuove modalità per garantire la qualità e l’omogeneità della formazione pratica. A questo scopo la Scuola di Formazione di Trento ha individuato nella supervisione una possibile modalità alternativa alla tutorship one-to- one in grado da una parte di sopperire alla carenza di tutor e dall’altra di offrire a tirocinanti selezionati un percorso formativo in grado di stimolare e valorizzare l’autonomia lavorativa in un contesto comunque protetto.
Il Corso Supervisori 2022 della Scuola di Formazione Specifica in Medicina Generale di Trento si pone l’obiettivo di formare supervisori esperti che possano farsi carico di questa innovativa modalità di formazione.

DESTINATARI
Medici di Medicina Generale iscritti all’albo dei tutor, sia in attività con almeno 5 anni di anzianità di servizio
come convenzionati, che pensionati.
LA PRIMA EDIZIONE DEL CORSO SARA’ UN’EDIZIONE PILOTA DESTINATA AD UN GRUPPO RISTRETTO DI MEDICI DI MEDICINA GENERALE.

REGOLAMENTO
La frequenza al corso è obbligatoria per il 100% delle ore per avere crediti ECM, e per almeno l’80% delle ore per avere l’attestato di supervisore.

OBIETTIVO GENERALE
Il corso si propone di sviluppare competenze di supervisione nel contesto formativo della Medicina Generale in grado di assicurare la crescita professionale del tirocinante in un contesto di sicurezza per gli assistiti, in modo da mantenere un buon equilibrio formazione/lavoro e assumere la progressiva responsabilità durante il percorso.

OBIETTIVI DIDATTICI SPECIFICI
• Conoscere il profilo di competenze del supervisore secondo le linee guida del progetto sperimentale
della scuola di Trento
• Conoscere organizzazione, regolamento e progetto formativo della scuola di formazione
• Conoscere il contesto organizzativo in cui si troverà ad operare il supervisionato
• Conoscere le differenze tra supervisore/consulente, supervisore/valutatore, supervisore/coach
• Saper condurre un’intervista educativa per l’adeguata individuazione:
o dell’attuale profilo di competenze del tirocinante con particolare riferimento ad eventuali
criticità e aspettative
o dei conseguenti obiettivi della supervisione
• Saper utilizzare strumenti di comunicazione telematica al fine di garantire il rapporto a distanza col
supervisionato
• Saper valutare il grado di preparazione e potenziale autonomia del supervisionato rispetto ai possibili
scenari lavorativi per garantire la sicurezza dei pazienti
• Saper valutare e certificare progressi e criticità del percorso formativo

• Nell’ottica del coaching:
o saper costruire una relazione utile e positiva con il tirocinante, gestendo le sessioni di
intervista, i feedback e le sessioni di debriefing riflessivo,
o sviluppare le potenzialità del tirocinante e facendolo crescere in competenza e adeguatezza di
intervento sia nell’attività clinica che nella capacità di interpretare i valori e l’etica della
professione,
o sviluppare la capacità di gestire le proprie/altrui emozioni, di so-stare nelle situazioni di
complessità per rispondervi adeguatamente

METODI DIDATTICI
Verrà privilegiato l’utilizzo di metodologie didattiche attive e la costruzione induttiva degli schemi di riferimento.
Lo strumento formativo diviene così strumento generatore di cultura nell’ambito dell’assistenza di primo livello.
I metodi didattici attivi stimolano il partecipante a giungere induttivamente alla costruzione di modelli teorici e
di griglie di lettura utili a riflettere sui propri atteggiamenti e a sperimentare attivamente le nuove abilità
acquisite.

VALUTAZIONE
Strumenti e metodi di valutazione:
• questionario di valutazione del corso da parte dei discenti e autovalutazione dei cambiamenti in atteggiamento
• osservazione continua in itinere dei feedback dei partecipanti, delle dinamiche gruppali e di indicatori di cambiamento
• valutazione della pertinenza dei prodotti dei gruppi con il compito futuro di tutore e della loro utilità pratica nella futura attività.
• Test basati su casi tutoriali simulati
• Viene verificata la presenza effettiva dei partecipanti alle sessioni attraverso firma all’ingresso e schede di valutazione delle unità didattiche firmate dai partecipanti

IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DELLE DUE GIORNATE E’ DISPONIBILE QUI

Avviso sulla privacy

Ai sensi e ai fini del Regolamento UE n. 2016/679 - Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e come descritto nell'Informativa sulla privacy per i partecipanti all'evento di FBK, si informa che l'evento potrebbe essere registrato e divulgato sui canali istituzionali della Fondazione. Per non essere ripresi o registrati, si potrà sempre disattivare la webcam e/o silenziare il microfono durante eventi virtuali oppure informare anticipatamente lo staff FBK che organizza l'evento pubblico.